La Nostra Storia

La storia di successo di “Pasta all’Uovo Renzo & Lucia” inizia nel 1959, quando Aurelio Piangatelli e Marina Ciambotti insieme ai figli decidono di trasferirsi da San Severino Marche a Roma, per mettere a frutto la loro esperienza nel campo alimentare tramutandola in una piccola impresa locale di pasta fresca dal nome “Pasta all’Uovo Marchigiana”.

foto

Nei primi anni di lavoro, la pasta è prodotta in un piccolo laboratorio situato in Viale Giustiniano Imperatore 288 e tutti i figli sono coinvolti nella gestione dell’azienda. La produzione propone piatti tipici della tradizione marchigiana ma resta limitata a tortellini, agnolotti, fettuccine, cannelloni perché esclusivamente fatta a mano.

Negli anni ’70 uno dei figli del Sig. Aurelio, Renzo prende in mano le redini della piccola impresa insieme alla moglie. Nasce Pasta all’Uovo Renzo & Lucia.

Grazie all’introduzione di nuove macchine e alla passione di Renzo e Lucia la produzione si evolve e cresce di anno in anno, proponendo prodotti sempre nuovi fino ad arrivare ai giorni nostri dove ormai si contano oltre dodici tipi di lasagne pronte in teglia, undici tipi di ravioli, crêpes, cannelloni, verdure cotte….

Dal 1993 in concomitanza all’apertura di un nuovo punto vendita in Via Gabriello Chiabrera 59 la gestione aziendale viene affiancata dai due figli, Aurelio e Francesco che contribuiscono alla crescita e all’affermazione dell’azienda fino all’apertura dell’ultimo punto vendita nel settembre 2012 in Via Oderisi da Gubbio 86. La lavorazione odierna, tramite i nostri moderni macchinari, ci permette di rivolgere la vendita anche all’ingrosso destinandola a ristoranti, tavole calde e negozi alimentari.

Questa, la nostra storia; in realtà a noi piace pensare che l’essenza di Pasta all’Uovo Renzo & Lucia stia nella pasta che produciamo, nella ricerca costante di qualità e di gusto che tutti, dal primo all’ultimo anello che compongono la catena di produzione, mettono a disposizione di una passione che continua a tramandarsi di generazione in generazione.

I commenti sono chiusi